Una nuova chiusura Thermicroll a Sassari per un panificio di pane carasau

Home » Una nuova chiusura Thermicroll a Sassari per un panificio di pane carasau

Thermicroll a Sassari per una serranda coibentata senza molle

Una robusta e silenziosa serranda coibentata Thermicroll personalizzata per il cliente. Ancora una volta i nostri tecnici approdano nell’isola della Sardegna per fornire alle imprese locali la soluzione su misura per il loro business. In questo caso, Thermicroll ha messo a punto una chiusura funzionale e coibentata per il panificio Mellino Bitti di Nule, in provincia di Sassari, produttore del tipico pane carasau sardo.

L’esigenza del cliente era quella di sostituire una vecchia saracinesca in uno spazio di lavoro delicato come un magazzino alimentare, dove il controllo della temperatura e dell’umidità sono fondamentali per mantenere al sicuro le scorte di materie prime.

Così i nostri esperti hanno raggiunto il panificio e hanno installato una serranda coibentata Classic progettata per isolare l’ambiente interno al magazzino dal resto dei reparti e migliorare le condizioni dell’area di lavoro, ottimizzando i processi ed eliminando i ponti termici origine di sprechi energetici.

Serranda avvolgibile coibentata: le caratteristiche

L’intenzione del committente era quella di inserire un’ottima serranda isolante per il suo magazzino di materie prime alimentari, in modo da conservare sempre impeccabili i prodotti in attesa della lavorazione.

Per questo Thermicroll ha realizzato una struttura con pannelli di alluminio riempiti con materiale isolante, creando una porta avvolgibile con la funzione di barriera termica tra l’area di stoccaggio e il resto dello stabilimento. Inoltre, grazie alla notevole velocità di apertura della serranda, gli addetti al magazzino possono rapidamente entrare e uscire dalla stanza senza disperdere eccessivamente il freddo all’interno, e ottenere così un ulteriore risparmio energetico.

Il tutto senza bisogno di ancoraggi al soffitto e in pochissimo tempo, vista la facilità di installazione della chiusura.

Altra priorità del panificio di Sassari è stata garantire la massima sicurezza all’interno dell’area di lavoro. Così i tecnici Thermicroll hanno inserito una costa resistiva alla base della serranda coibentata industriale per bloccare il movimento della porta in caso di collisione con corpi estranei. L’assenza di guida a terra, infine, è stato un altro elemento apprezzato dal cliente, in quanto elimina un potenziale elemento di intralcio per carrelli e personale.

serranda coibentata sassari

Porte coibentate avvolgibili Thermicroll

Thermicroll realizza e installa porte di magazzino per la Sardegna e non solo. Lavoriamo in Italia e all’estero per portare le migliori chiusure in PVC, serrande coibentate e portoni sezionali su misura per qualsiasi azienda, ente locale e settore produttivo.

Tutte le porte firmate Thermicroll sono completamente progettate e costruite in Italia, a garanzia di un prodotto di assoluta qualità.

Le nostre chiusure inoltre rispettano le norme internazionali di riferimento (12453-12445/CE e UNI EN 13241-1/CE) grazie ai molteplici controlli sui fornitori prima e dopo la produzione, e i test effettuati sul prodotto assicurano un’estrema affidabilità e sicurezza.

Se hai bisogno di una chiusura industriale con un’elevata performance per la tua azienda in Sardegna, contattaci al numero verde in azienda: 800 984 780.

Oppure compila il modulo qui sotto per ricevere una consulenza via e-mail del tutto gratuita e senza impegno.

I nostri tecnici specializzati ti daranno tutte le informazioni e i dettagli per la realizzazione di chiusure personalizzate e studiate in base alle tue esigenze!

COMPILA IL MODULO E CONFIGURA LA TUA PORTA! 
Nome e cognome*
Azienda*
Telefono*
Email*
Provincia*
Modello:
Larghezza mm.
Altezza mm.
Note

*Dichiaro di avere preso visione e accettato la normativa privacy di Thermicroll per il trattamento dei dati inseriti nel modulo.

Tutti i campi con (*) sono obbligatori

 


Scopri altre installazioni di porte rapide industriali Thermicroll!

Ottobre 14th, 2016|Case-History|

Share This Story, Choose Your Platform!